DMS : Aumentano i disturbi muscolo-scheletrici

Aumentano i disturbi muscolo-scheletrici (1)Definizione fisiopatologica di DMS (disturbi muscolo-scheletrici) :

I disturbi muscolo-scheletrici (DMS) raggruppano diverse malattie peri-articolari a livello dei tessuti molli: ovvero, i muscoli, i tendini, le cartilagini, i nervi e i vasi. Le principali localizzazioni di questi DMS sono la colonna vertebrale, gli arti superiori e inferiori. Sono di solito provocati da movimenti ripetitivi senza recupero. Queste malattie colpiscono sempre più giovani, dopo un tempo di esposizione più breve e una popolazione attiva globale sempre più anziana. Le donne sono più spesso colpite rispetto agli uomini, in rapporto alle attività in cui sono impiegate.

A livello delle patologie che risultano in disturbi muscolo-scheletrici, le tendiniti della spalla e dei gomiti sono più frequenti negli uomini, mentre la sindrome del tunnel carpale è predominante tra le donne.

Prevalenza:

I DMS sono la prima causa di malattia professionale

I disturbi muscolo-scheletrici rappresentano il problema di salute sul lavoro più diffuso

Quali sono i fattori di rischio

Lo stress, gli sforzi smisurati, il lavoro sedentari o ancora i gesti ripetitivi. I DMS sono provocati da un ritmo accelerato o da posture dolorose, che generano una ipersollicitazione dei muscoli, tendini, nervi e legamenti. Le cervicali, la schiena, le spalle, i gomiti, le mani e i polsi sono le zone principalmente colpite. L’infiammazione e i dolori sono progressivi e necessitano di una presa in carico rapida e globale per evitare l’incapacità definitiva di compiere certi movimenti.

Ma allora, come sfuggire o almeno prevenire i DMS?

Prima di tutto, praticando un’attività sportiva regolare (1). Fa bene alla salute dei muscoli e delle articolazioni ! Inoltre, è bene adottare la posizione meno costringente per i muscoli, senza contorcersi.

In ufficio :

  • Regolare correttamente la sedia e la scrivania: l’ideale è avere un tavolo a 72-76 cm e una seduta a 40 a 51 cm per poter mantenere i piedi al pavimento.
  • Mantenere la schiena dritto e i piedi a terra. È possibile utilizzare un poggiapiedi per facilitare questa posizione. È sconsigliato incrociare le gambe
  • Tenere gli occhi a 60 / 80 cm dallo schermo del computer. L’altezza dello schermo deve essere situata alla stessa all’altezza degli occhi.
  • Evitare di avere una fonte luminosa di fronte agli occhi
  • Posizionare i documenti di lavoro all’altezza degli occhi per evitare di doverli abbassare e sollevare costantemente la testa
  • Mantenere la temperatura dell’ufficio tra i 21° e 23 ° C
  • Gestire l’intensità sonora che non deve eccedere i 55 dB
  • Variare i compiti per non restare troppo tempo nella stessa posizione
  • Prendere delle pause e stirare gambe e braccia

In un laboratorio :  

  • Dividere i pesi per portarli in due ed evitare gli sforzi e utilizzare il più possibile strumenti per aiutare il sollevamento.
  • Variare i compiti
  • Portare un casco e occhiali di protezione
  • Prendere del tempo per recuperare

Approccio complementare e preventivo:

L’Artiglio del diavolo è globalmente riconosciuto per le sue proprietà terapeutiche che agiscono su tutti i disturbi articolari, migliorando la mobilità delle articolazioni. La commissione europea del farmaco riconosce dal 1989 l’uso dell’Artiglio del Diavolo nel trattamento naturale dei disturbi muscolo-scheletrici degenerativi del sistema locomotore (scheletro, muscoli e articolazioni). La sua efficacia è essenzialmente dovuta ai numerosi componenti che contiene, tra cui l’Harpagoside, l’harpagide ed il procumbide che hanno la proprietà di inibire la formazione di un enzima che partecipa ai processi infiammatori: la prostaglandina sintetasi. L’uso dell’Artiglio del Diavolo nei dolori muscolo-scheletrici è oggi universamente riconosciuto.

Cyrielle K, il tuo Dottore in Farmacia NutriLife

Riferimenti scientifici

(1)Musculoskelet Sci Pract. 2018 Jan 12;34:89-96. doi: 10.1016/j.msksp.2018.01.006. Effect of physical exercise on musculoskeletal pain in multiple body regions among healthcare workers: Secondary analysis of a cluster randomized controlled trial. Jakobsen MDSundstrup EBrandt MAndersen LL.

1986_0

Artiglio del diavolo

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Nessun commento ancora

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *