I 5 Principali Benefici della Fenilalanina

Suggerimenti-per-la-salute-delle-donneLa fenilalanina è un amminoacido molto importante, un precursore dei neurotrasmettitori chiave. La fenilalanina è un amminoacido presente in molti alimenti che viene utilizzato dal nostro corpo per produrre proteine e altre molecole importanti.

È stata studiata per i suoi effetti sulla depressione, sul dolore e sulle malattie della pelle. Può aiutare a ridurre il dolore e a curare la vitiligine. Inoltre, ha un effetto energizzante e di miglioramento cognitivo incrementando i livelli di dopamina e di altre catecolamine. Continua a leggere per conoscere i benefici e gli effetti collaterali dell’integrazione di fenilalanina per la salute.

Cos’è la Fenilalanina?

La fenilalanina (o L-fenilalanina, o DL-fenilalanina) è un amminoacido apolare e neutro. È altresì fondamentale per vari processi corporei e deve essere ottenuta con l’alimentazione poiché non può essere sintetizzata a livello endogeno.
La fenilalanina è necessaria per la produzione di tirosina (un altro amminoacido) e di neurotrasmettitori, tra cui la dopamina, la norepinefrina (noradrenalina) e l’epinefrina.
La fenilalanina si può trovare in molti alimenti ricchi di proteine, come le uova, i latticini, il pollo, e la carne di manzo.

Varie Forme di Integratori di Fenilalanina

Esistono tre tipi principali di integratori di fenilalanina: D, L e DL-fenilalanina.
• La L-fenilalanina è la versione naturale dell’integratore e si trova nelle proteine del corpo e negli alimenti.
• La D-fenilalanina è un’immagine speculare della L-fenilalanina, ma viene sintetizzata in laboratorio. La D-fenilalanina ha effetti maggiori di alleviamento del dolore e di intensificazione degli oppioidi perché inibisce l’enzima che decompone gli oppioidi.
• La DL-fenilalanina è un mix dei tipi D e L.

1) La Fenilalanina Può Alleviare la Depressione

La fenilalanina può incrementare l’euforia e le pulsioni, e alleviare la depressione in alcuni pazienti. Tuttavia, non sappiamo ancora in che modo agisca esattamente.

Gli integratori di D-Fenilalanina (75-200 mg/giorno) hanno migliorato la depressione in 12 pazienti su 20 nel corso di 20 giorni. Al termine dei 20 giorni, dodici pazienti sono stati dimessi senza alcun bisogno di ulteriori trattamenti.

Dei restanti otto pazienti, quattro hanno mostrato risposte antidepressive da lievi a moderate al trattamento, mentre i restanti 4 pazienti hanno mostrato un piccolo o nessun miglioramento.

Molti sintomi cardinali della depressione, tra cui l’umore depresso, l’agitazione e il ritardo mentale, sono migliorati grazie alla fenilalanina. L’ansia e i disturbi del sonno sono solo leggermente migliorati. La fenilalanina non ha avuto alcun effetto sull’ipocondria (la fissazione di avere una malattia grave ma non diagnosticabile) e sulla compulsione.
Alcuni pazienti depressi presentano una scarsa escrezione urinaria di feniletilamina (un prodotto metabolizzato della fenilalanina). Si ipotizza che con alti livelli di feniletilamina, non vi sia alcun miglioramento; quindi, il trattamento potrebbe giovare soltanto a chi presenta una quantità ridotta di feniletilamina.

Altri studi hanno mostrato tassi di miglioramento simili, e nonostante il trattamento non abbia avuto esito positivo, l’integrazione (sia di DL che di D-fenilalanina) non ha prodotto alcun effetto collaterale.

2) La Fenilalanina Può Aiutare a Curare la Vitiligine

La fenilalanina può aiutare a curare la vitiligine, una patologia cutanea in cui la pelle perde la propria colorazione. La vitiligine è una malattia autoimmune in cui il sistema immunitario dell’organismo attacca le cellule che producono i pigmenti della nostra pelle (melanociti).

L’uso orale o topico di L-fenilalanina, oltre ai farmaci e alla terapia UV, ha migliorato notevolmente la vitiligine in oltre il 75% dei pazienti.
Il trattamento non ha mostrato effetti collaterali, sottolineando la sicurezza e l’utilità della L-fenilalanina nella cura della vitiligine.

3) La Fenilalanina Aumenta Indirettamente i Livelli di Dopamina

La fenilalanina è il precursore diretto della tirosina nell’organismo umano .
La tirosina può essere poi convertita in dopamina. Quest’ultima svolge un ruolo importante in molti processi fisiologici differenti, tra cui la percezione del dolore e il sistema di ricompensa cerebrale.

L’importanza di livelli adeguati di dopamina può essere individuata negli individui affetti da fenilchetonuria, una malattia genetica caratterizzata dall’incapacità di convertire la fenilalanina in tirosina, il che comporta bassi livelli di dopamina. Se non viene curata, può causare una grave disabilità intellettiva. Anche nei pazienti trattati, i deficit del funzionamento esecutivo sono correlati a livelli ridotti di dopamina .

Di conseguenza, aumentare la fenilalanina può incrementare indirettamente i neurotrasmettitori catecolaminergici, compresi i livelli di dopamina, adrenalina e noradrenalina .

Nei soggetti con carenze di fenilalanina, i livelli ridotti di fenilalanina riducono la sintesi e il rilascio di dopamina .

In uno studio condotto su partecipanti che presentavano una carenza di fenilalanina, l’integrazione di tirosina ha ridotto il tempo di reazione in risposta a uno stimolo .
Tuttavia, dato che la tirosina non si dissolve bene in acqua, la sua integrazione diretta non è efficace, il che spiega perché l’aumento delle concentrazioni di fenilalanina potrebbe essere un’alternativa migliore per produrre più dopamina nel corpo .

4) La Fenilalanina Può Aumentare l’Efficacia dell’Anestesia con Agopuntura

La D-Fenilalanina aumenta gli oppioidi naturali nell’organismo inibendo l’enzima carbossipeptidasi, che deteriora gli oppioidi endogeni nel corpo .
Quando a 18 pazienti sottoposti a estrazioni dentarie sono stati somministrati integratori di fenilalanina prima dell’anestesia, gli effetti dell’anestesia con agopuntura sono aumentati del 35% rispetto al gruppo trattato con placebo .

5) La Fenilalanina Può Alleviare I Sintomi di Astinenza dall’Alcol

Quando i pazienti iniziano le terapie di disintossicazione dall’alcol, lo stress dovuto ai sintomi di astinenza può ridurre gli oppioidi naturali (composti che alleviano il dolore) e la dopamina nel corpo. La fenilalanina può incrementare gli oppioidi e la dopamina .
In uno studio condotto su 20 pazienti (DB-RCT) che soffrivano di sintomi di astinenza dall’alcol, coloro che hanno ricevuto integratori di fenilalanina hanno mostrato una notevole riduzione dei sintomi psichiatrici .

Il trattamento, della durata di 40 giorni, ha inoltre mostrato che la D-fenilalanina ha alleviato lo stress comune a tutti i pazienti .

L-Fenilalanina

l-phenylalanine_671

  • Calma naturalmente l’appetito
  • Sostiene la depressione e l’ansietà
  • Migliora la memoria, l’attenzione e la vigilanza
  • Dona un senso di benessere
facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail